I social media sono diventati ormai un fattore importante per la presenza online di un’azienda. Con quest’ultima si intende l’insieme di strumenti che rendono un’azienda digitalizzata e raggiungibile attraverso il web dagli utenti fidelizzati e da quelli che cercano il prodotto proposto.

Molti ancora non conoscono le potenzialità che i social network danno in termini di brand Awareness e ROI. Scopriamolo insieme!

Perché è importante la presenza sui social

Il social media marketing è la disciplina che utilizza in modo strategico i social network per garantire alla tua azienda maggior visibilità, contatto diretto con i clienti e la probabilità di acquisirne di nuovi.

Ecco i motivi per cui avere una presenza sui social è importante:

1 individuare desideri e bisogni perché è necessario capire il search intent, ossia cosa cercano gli utenti e i loro gusti per definire una strategia adeguata e acquisire nuovi clienti per creare una community e acquisire nuovi clienti e successivamente fidelizzarli.

2 studiare i competitor sia diretti che indiretti per confrontare come agiscono online, cosa fanno e i loro utenti e creare contenuti migliori e una strategia che mette in risalto maggiormente i punti di forza del tuo prodotto.

3 Creare campagne di marketing è molto importante per i motivi ripresi da un funnel di marketing che la tua azienda deve seguire.

  • Attenzione: farti conoscere da chi vuole il tuo prodotto, capire il tuo target perfetto.
  • Interesse: suscitare interesse attraverso contenuti specifici e adatti al tuo target
  • Desiderio: suscitare interesse è ok, ma per far desiderare il tuo prodotto devi dare un valore aggiunto. Creare offerte e sconti può essere una soluzione.
  • Azione: dopo aver dato diversi input agli utenti, devi lasciarli agire, ossia convertire.

Aziende b2b e b2c: la differenza

I social per chi si occupa di vendita diretta, quindi in un mercato B2C, sono fondamentali. Per toccare tutti i punti fondamentali citati sopra, possiamo dire che il processo è più diretto perché ci si interfaccia direttamente al cliente finale.

Ma attenzione, anche nel mercato B2B, convertire è importante. Se sei un buyer, un fornitore o un’azienda di ricerca di personale, hai anche tu il compito destare attenzione e alla fine portare un utente all’azione. Importante in questo settore è una ricerca di mercato per scovare tutto ciò che è fondamentale sapere e poi puntare bene sui punti di forza dell’azienda. Tutto ciò può essere esplicato attraverso uno storytelling naturale ben studiato.

Quali social scegliere?

Non esiste un social migliore o specifico su cui essere presente. Ogni social media ha una funzione diversa e presenta differenti target di persone. Quindi bisogna studiare bene qual è il canale migliore per te e utilizzarlo.

Ad esempio se venderai articoli da regalo, prodotti di tecnologia o di moda potrai interfacciarti col tuo target anche su Facebook e Instagram. In particolare per il food o per intercettare un target più giovane tramite reels e sondaggi puoi usare Instagram.

Se per il tuo prodotto è necessario creare video, allora un canale Youtube può essere adeguato. Anche Twitter può essere utile se ti occupi di formazione o editoria, puoi promuovere corsi, ebook, webinar e tanto altro. Poi c’è Linkedin che è il social per eccellenza nel settore B2B, in cui puoi trovare altre aziende interessate ai tuoi beni e servizi o puoi usarlo se ti occupi di ricerca di personale. Per contenuti visual può essere necessario avere anche Pinterest, che è diventato un vero e proprio motore di ricerca per i settori moda, beauty e interior design. Di recente molti brand stanno usando anche Tik tok per sponsorizzare i loro prodotti.

Capire bene quali social si adattano di più alla tua nicchia è un passo fondamentale per una strategia di successo.